Conte è a un bivio. In Parlamento, sulla relazione Giustizia, rischia di essere battuto e costretto alle dimissioni. Oppure potrebbe recarsi al Quirinale e dimettersi prima del voto con il proposito di avviare un ampio confronto per allargare la maggioranza e dar vita a un nuovo esecutivo. Una strada che non è esente da rischi. Sullo sfondo ci sono sempre le elezioni anticipate come la soluzione istituzionalmente più corretta

Conte ci sta ancora pensando, eppure il suo governo sembra ormai giunto al capolinea. La caccia ai responsabili procede a fatica, c’è chi chiede rassicurazioni politiche, chi un progetto. Cose che il presidente del Consiglio stenta a promettere anche perché incalzato dai partiti di governo, che lo sostengono ma che…

Sembra naufragare la possibilità di rilanciare la vecchia maggioranza. Conte è forte del sostegno di Pd e 5Stelle che non vogliono più trattare con Renzi giudicato inaffidabile. Irritato è soprattutto il Pd che aveva strappato al premier il consenso a molte delle richieste di Italia Viva . Zingaretti aveva mediato e ora si sente tradito dall'ex segretario. Strada chiusa con Italia Viva, la maggioranza cerca consensi al Senato da singoli senatori per formare un gruppo di "responsabili" che temono la fine della legislatura

I sostenitori di Trump assaltano la sede del Parlamento nel giorno dell'ufficializzazione dell'elezione di Biden. Morti, feriti e arresti. Il presidente non riconosce la vittoria dl suo avversario ma invita i suoi sostenitori ad astenersi da atti violenti e di tornare a casa. Ma ora Trump appare ancora più isolato e c'è chi vorrebbe la sua immediata rimozione. Il Paese è diviso

Continua il balletto tra Renzi e Conte. Siamo a un passo dalla crisi, o forse no. In altri tempi con questi toni il voto sarebbe stato inevitabile, ma adesso se si andasse a elezioni che fine farebbero Italia Viva e i 5Stelle? Così, la via alla fine potrebbe essere quello di un accordo di programma, un paravento che consenta a tutti i protagonisti di cantare vittoria. Ma il Paese, in questa fase avrebbe bisogno di altro. Di un governo che pensi agli italiani e non ai giochi di potere

Al via le vaccinazioni. In Italia la priorità è stata data agli operatori sanitari, ma suscita polemiche che tra i primi ci sia anche il presidente della Campania De Luca. Primi problemi in Germania alla catena del freddo, necessaria, per conservare il vaccino