Sarebbero cinque le buste presentate per il bando dei diritti tv domestico della Lega Serie A per il triennio 2018-2021.

Le offerte non hanno raggiunto la base d’asta del miliardo e 50 milioni di euro, l’obiettivo minimo fissato dalle venti società di serie A. A questo punto si va verso la trattativa privata, anche se la Lega Seria A ha deliberato all’unanimità di voler “ottenere non meno del prezzo minimo complessivo già previsto dal relativo bando”. A dichiararlo il commissario straordinario Carlo Tavecchio che, al termine dell’assemblea odierna, ha letto un comunicato stampa ai cronisti in cui ha precisato la posizione unanime delle venti di società di serie A. Tavecchio ha comunicato anche che è pervenuta l’offerta di un intermediario…